La grande simultanea di Palermo

.

(Nella foto: Roberto Primavera e Fiorentino Palmiotto)

Sabato 29 giugno 1974; tanta ASIGC in piazza

Una giornata memorabile per Palermo e per gli scacchi. Era il 29 giugno 1974, e quello che l'Assessorato Comunale al Turismo riuscì a metter su in Piazza Bologni (con la collaborazione del locale Club Alpino Italiano), fu qualcosa di grande. Una mega-simultanea tenuta contemporaneamente da tre giocatori che si suddivisero ben 92 scacchiere, con tanti giocatori ASIGC che si distinsero sugli altri; anche due dei maestri che tennero la simultanea erano giocatori per corrispondenza, Roberto Primavera (17° Campione Italiano ASIGC) e Fiorentino Palmiotto (16° Campione Italiano ASIGC), il terzo era l'indimenticabile Milorad Vujovic.

L'avvenimento fu preparato alla perfezione, preceduto da un battage pubblicitario inusuale per una manifestazione scacchistica, annunciata da tutti i giornali, dalla radio, e da tanti manifesti affissi nei punti strategici della città. La simultanea fu ripresa dalla televisione e trasmessa, sotto forma di diversi servizi preparati dalla RAI, in Italia ed in tutta Europa, grazie all'impegno del giornalista Giovanni Campolmi. 

Dicevamo dei nostri soci che si distinsero per i risultati. I tre maestri si divisero così i compiti: Roberto Primavera 32 scacchiere, Fiorentino Palmiotto e Milorad Vujovic 30 ciascuno. Gli avversari giunsero da tutta l'isola, ma proprio da tutta, non c'era una provincia siciliana che non avesse in campo uno o più rappresentanti. Roberto Primavera concesse la patta a 10 giocatori, e tra questi figurarono i nostri soci Corleo, Schiavone, Crispi e Tripodo, tutti di Palermo, e subì 6 sconfitte tre delle quali ad opera dei soci Marletta e Finocchiaro di Catania e Garofalo di Trapani. 

Fiorentino Palmiotto concesse 5 patte, due ai nostri soci Stella di Palermo e Pucci di Trapani, mentre Lentini di Palermo e Loreto di Avola (Siracusa) riuscirono a batterlo insieme ad altri tre giocatori.

Ecco Milorad Vujovic all'opera nella bella piazza di Palermo; concesse 7 patte, di cui due ai palermitani Chinnici e D'Amico giocatori ASIGC, perse contro 6 avversari di cui ben quattro erano giocatori per corrispondenza: il siracusano Agnello ed i palermitani Granatelli, La Gumina e Mazzamuto.

Manca la ciliegina sulla torta ? mettiamola: l'avvenimento ebbe uno speaker d'eccezione, il Presidente del Circolo Palermitano Scacchi Lorenzo Giordano, che fu attivo nella nostra associazione fino al 1983.

.

Come eravamo 

www.asigc.it 

M.Sampieri