Curiosità

 

SPIRITI

(di W.A. Mongredien)

In un caffè due persone piuttosto nervose giocavano a scacchi. Il Bianco aveva concesso all'avversario il vantaggio della Torre di Donna. Dopo qualche mossa il Bianco spostò il Re da e1 a c1.

- Il Re muove un passo per volta ! - protestò il Nero

- No - rispose il Bianco - io ho fatto l'arrocco lungo.

- Arrocco ?  ma se non avete la Ta1 !

- D'accordo che dando il vantaggio di una Torre io giochi senza, ma questo non m'impedisce di arroccare con lo "spirito" della mia Torre

Questo strano arrocco innervosì talmente il giocatore Nero che questi, dopo aver sbagliato una mossa dietro l'altra, finì per perdere.  Ne seguì una discussione assai animata, ma alla fine i due giocatori si accordarono per la rivincita, con gli stessi colori e mantenendo inalterato il vantaggio di una Torre.  Il Nero, dopo alcune mosse sorprendenti e audaci piazzò il suo Alfiere nella casa a1, quella lasciata vuota dalla Torre mancante; ma la mossa seguente il Nero riportò subito indietro l'Alfiere sano e salvo e tirò un sospirone di sollievo.

- Mi scusi - disse uno spettatore - ma non riesco a capire questa sua mossa di Alfiere.

- Ah no ? - rispose il Nero - che provi ora il Bianco ad arroccare, non ha neppure più lo "spirito" della Torre a1 !

 

 

ome eravamo 

www.asigc.it 

by Maurizio Sampieri