Pronto ? sono Michail Tal, la mia mossa è...

Pionerskaja Pravda è una famosissima e storica rivista sovietica per la gioventù. Nel 1968 il direttore convinse il grande Michail Tal a sfidare i giovanissimi lettori della rivista in una partita da giocarsi per telefono. L'incontro si concluse nel 1969, Tal aveva solo 33 anni, ma già aveva dovuto sopportare tanti problemi di salute; ad esempio nel 1961, quindi all'età 25 anni, nel corso del match di rivincita con Botvinnik fu costretto a chiedere la sospensione per ben due volte prima di perdere il titolo di campione del mondo per 13 a 8, e l'anno successivo fu addirittura costretto a ritirarsi dal torneo dei Candidati di Curaçao. Il gioco del campione lettone era irruente e caratterizzato da sacrifici spesso mirabolanti, che se ben si addicevano al gioco a tavolino non sempre erano opportuni in una partita per corrispondenza o, in questo caso, in una partita disputata via telefono contro un centinaio di giovani rampanti che, per trovare la risposta migliore e battere il maestro, non ci dormivano la notte. In questa partita c'è tutto il suo stile, basato sull'intuito e sull'audacia, sempre sul filo del rasoio. Dopo 15 mosse Estrin per descrivere la posizione raggiunta usa la locuzione latina "sui generis", che significa "di suo genere", usata per designare una cosa che ha caratteri propri, che quindi si sottrae alle regole comuni. La 2 Cavalli è di per sé una difesa dallo spirito acceso adatta a giocatori dallo spirito battagliero, figuriamoci se a giocarla è un Michail Tal. Visto che il latino non è più di moda, e che il sottoscritto non è un Estrin, diciamo pure che dopo poche mosse sulla scacchiera c'è un casino pazzesco. Il bello è che Tal, questa partita, l'avrebbe pure vinta, ma la soddisfazione di dimostrarlo toccò ad un dodicenne di Mosca che a fine partita, pubblicando le sue analisi sulla Pionerskaja Pravda, si tolse una gran bella soddisfazione.

La partita con i commenti di Estrin fu pubblicata su "Fernschach" del gennaio 1978, la traduzione dal tedesco è di Enrico Paoli.

M.Sampieri

Pionerskaja Pravda - Tal  ½-½
per telefono, 1969  
[Estrin]  

[C57]

1.e4 e5 2.Cf3 Cc6 3.Ac4 Cf6 4.Cg5 Ac5 5.Cxf7 Axf2+ 6.Rxf2 Cxe4+ 7.Rg1 Dh4 8.g3 Cxg3 9.hxg3
[ Anche dopo 9.Cxh8 l'attacco del Nero rimane pericoloso]

9...Dxg3+ 10.Rf1 Tf8 11.Dh5 d5!
questa continuazione suggerita da L.Rohlicek è indubbiamente la più forte

12.Axd5 Cd4
[ Più energica dovrebbe essere 12...Cb4! ma è caratteristica di Tal, fra tante altre, l'aspirazione a seguire proprie strade]

13.Dh2 Dg4 14.Dxe5+ Ae6 15.Axe6
Una posizione "sui generis": Il Bianco ha un vantaggio di 3 figure, però l'attacco del Nero è molto minaccioso e almeno sufficiente per assicurarsi la patta

15...Df3+ 16.Rg1 Ce2+ 17.Rh2 Df2+ 18.Rh3 Df3+ 19.Rh4 Df2+
[ Un grossolano errore sarebbe 19...Dxh1+?? per 20.Ah3+ Rxf7 21.De6# ]

20.Rh5?
Pessima! il Bianco tenta di realizzare la sua grande superiorità materiale, ma i risultati potrebbero essere catastrofici. Il Bianco doveva accontentarsi della Patta ritornando in h3 [ Non appare migliore 20.Rg4 Dg2+ 21.Rh5 a causa delle pericolose minacce dopo 21...Cf4+! 22.Dxf4 Dxh1+ ]

20...Txf7 21.Axf7+ Rxf7 22.Th2
[ Dopo 22.Dd5+ Rf8 il Nero avrebbe evitato ulteriori scacchi]

22...Df3+ 23.Rh4 g5+!
Probabilmente un tratto non previsto dal Bianco

24.Dxg5 Tg8 25.Dh5+ Dxh5+ 26.Rxh5 Cg3+??
Chiuso lo stadio dell'apertura, il Nero s'affretta a forzare la patta [ Lo studente moscovita di scuola media Vadim Brodskij ha dimostrato a fine partita che Tal, pur con materiale così ridotto, avrebbe potuto vincere con 26...Cf4+! 27.Rh6 ( 27.Rh4 h5 28.Tg2 Txg2 29.d3 Tg4# ) 27...Tg6+ 28.Rxh7 Tg7+ 29.Rh6 ( 29.Rh8 Cg6# ) 29...Rg8 30.Tg2 Txg2 31.d3 Tg6# ]

27.Rh6 Cf5+
[ ancora c'era il matto con 27...Tg6+!! ma in diverse mosse, ben difficile da vedersi senza l'ausilio di un computer (Sampieri)]

28.Rxh7 Tg7+ 1/2-1/2